Piera Napoli aveva già denunciato

Confessa il marito di Piera Napoli, cantante neomelodica uccisa questa mattina all’interno della sua abitazione nella quale viveva con il marito e i tre figli di 13 e 11 anni, questi ultimi due gemelli. La vittima avrebbe in precedenza denunciato il marito per minacce e sul web qualcuno commenta contro l’assenza di tutela da parte delle istituzioni, per una donna che aveva seguito i protocolli mettendo al corrente le forze dell’ordine. Denuncia che pare sia servita a poco, se non a niente. “Questo è lo stato, sapeva che la torturava e la minacciava. Lo aveva pure denunciato, povera ragazza e poveri figli”. Questo è uno dei tanti messaggi scritti sui social.

Il marito, Salvatore Baglione, alla fine ha confessato davanti i magistrati che si stanno occupando del caso e pare che il movente della tragedia sia la gelosia. Questa è la tesi al momento, mentre stanno ancora analizzando i profili della coppia. Alcuni post delle ultime ore sembrano essere espliciti portando anch’essi nella direzione sulla quale stanno già indagando gli inquirenti.

La vittima cantante neomelodica Piera Napoli, durante una sua esibizione in una emittente privata.