“Semaforo” è il nuovo singolo di Willie Peyote

Con 4 album all’attivo, Willie Peyote negli anni ha ottenuto sempre più consensi da parte del pubblico ma anche della critica

Da venerdì 28 agosto è in radio “Semaforo”, il nuovo singolo di Willie Peyote estratto dall’album “Iodegradabile”. Il riferimento del titolo è ai saltimbanchi dei semafori, che ogni volta devono fare uno spettacolo sempre diverso per intrattenere lo stesso pubblico. Così è l’amore, che per non annoiare deve essere intenso e breve, in grado di rinnovarsi costantemente.

“Semaforo” è estratto dall’ultimo album di Willie Peyote, “Iodegradabile” (Virgin Records/Universal Music), che ha debuttato al 5° posto nella classifica FIMI dei dischi più venduti, e segue il successo di “La Tua Futura Ex Moglie”, brano certificato disco d’oro con oltre 9 milioni di stream su Spotify e “Algoritmo”, brano prodotto da Don Joe con la partecipazione della star internazionale Shaggy. Entrambi sono stati tra i brani più trasmessi dalle radio italiane dell’ultimo anno.

Con 4 album all’attivo, Willie Peyote negli anni ha ottenuto sempre più consensi da parte del pubblico ma anche della critica, che loda la sua capacità di fondere l’energia e la padronanza tecnica della musica rap con testi che guardano alla canzone d’autore per come affrontano le tematiche sociali e attuali, il tutto con un’ironia tagliente e divertente.

Il suo progetto precedente, “Sindrome di Tôret”, pubblicato nel 2018, viene accolto molto positivamente e raggiunge la Top 10 della classifica FIMI degli album più venduti, contemporaneamente il brano “Ottima Scusa” viene certificato disco d’oro. Sempre dello stesso anno è la sua collaborazione con i Subsonica, con i quali incide la traccia “Incubo”, firmando un sodalizio che non si traduce solo in studio ma anche nella dimensione live: Willie, infatti, è ospite fisso di tutte le date nei palazzetti dello sport del tour del gruppo torinese. Nel 2021 Willie ha in progetto il tour nei principali club italiani, già quasi completamente sold out.

Condividi

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*