Marilyn Manson, annunciato il nuovo album

photo:.EFE/JJ GUILLEN

Si tratta del quindicesimo album in studio anticipato dal singolo “We are chaos”

Marilyn Manson annuncia oggi l’undicesimo album in studio WE ARE CHAOS in uscita l’11 settembre su Loma Vista Recordings/Caroline International, distribuzione Universal. Co-prodotto da Manson e dal vincitore di un GRAMMY Shooter Jennings (Brandi Carlile, Tanya Tucker), le 10 tracce presenti nell’album sono state scritte, registrate e finalizzate prima dell’arrivo della pandemia. Con l’annuncio del nuovo album, Manson condivide il primo singolo “WE ARE CHAOS” e il video che lo accompagna diretto e montato dal regista Matt Mahurin.

Il dipinto di Manson Infinite Darkness, presente sulla cover dell’album, è stato creato appositamente per accompagnare la musica. I suoi apprezzati quadri vengono esposti in tutto il mondo, tra cui gallerie e mostre museali a Miami, Vienna e Mosca. Riguardo all’album, Manson afferma, “Quando ascolto WE ARE CHAOS, sembra solo ieri o come se il mondo si ripetesse, come sempre avviene, come se la title track e le storie le avessimo scritte oggi. L’album non è mai stato ascoltato da nessuno prima che fosse finito. Ci sono sicuramente un lato A e un lato B nel senso tradizionale del termine. Ma proprio come un LP, è un piatto tondo e sta all’ascoltatore mettere l’ultimo pezzo del puzzle nell’immagine che i brani creano.”

“Questo concept album è lo specchio che io e Shooter abbiamo creato per l’ascoltatore – è lo stesso nel quale non ci specchieremmo. Ci sono così tante stanze, armadi, casseforti e cassetti. Ma nell’animo e nel tuo museo dei ricordi, i peggiori sono sempre gli specchi. Frammenti e schegge di fantasmi hanno perseguitato le mie mani mentre scrivevo la maggior parte dei testi.
“Mentre scrivevo questo album, ho pensato tra me e me: ‘Doma la tua pazzia, aggiustati il completo. E prova a far finta di non essere un animale’ ma sapevo che l’essere umano è il peggiore di tutti. Avere misericordia è come commettere un omicidio. Le lacrime sono la perdita più grande del corpo umano.”

Condividi

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*