Un portale unico per il servizio di consegna a domicilio

(Nella foto Dario Zanca e Daniela Pisanu)

Un unico portale on line capace di raccogliere i nomi e i contatti di tutti quegli esercizi commerciali che offrono il servizio di consegna a domicilio, catalogati per città. E’ l’iniziativa ideata e realizzata da Dario Zanca, ricercatore palermitano che lavora a Siena. A dargli una mano nella costruzione del sito, la fidanzata Daniela Pisanu di origini sarde. Insieme hanno messo su un portale dal nome njdja.com che, in soli dieci giorni, ha già riunito negozi e commercianti ambulanti di oltre 150 comuni italiani. L’idea, promossa su facebook, è diventata presto virale e se prima i due giovani hanno impiegato il loro tempo, togliendolo lui al lavoro e lei ai suoi studi universitari, alla ricerca di negozianti che volessero iscriversi al sito per promuovere i loro servizi, con il passaparola, sono stati gli stessi commercianti dopo a farsi avanti per entrare a far parte del sito. Anche Palermo ha già una lunga lista di commercianti in continuo aggiornamento. Così come Messina, Catania e molti piccoli comuni siciliani come Villabate, Bagheria e tanti altri. E’ semplice. Chiunque, da ogni parte d’Italia, può entrare sul sito, anche attraverso il proprio smartphone, e nella sezione “Trova servizio a domicilio” può inserire la città in cui vive. Così facendo, si apre una pagina con tutte le pasticcerie, piccoli supermercati, panifici e altri negozi che fanno il servizio a domicilio per i clienti. Ogni esercizio commerciale ha una sua pagina con indirizzo, contatti, range di chilometri entro i quali può adempiere al servizio e la modalità di pagamento. “Abbiamo pensato di creare questo portale – spiega Dario Zanca – per dare una mano ai piccoli commercianti che in questo periodo hanno vita dura a causa delle restrizioni. La gente preferisce fare la spesa unica nel grande supermercato e per i piccoli commercianti, compresi gli ambulanti, non c’è più lavoro. Richiedendo il servizio a domicilio, ci sarà, inoltre, meno gente per strada. Si vedono troppe persone in fila, ogni giorno, dinanzi i supermercati e questo non va bene per evitare i contagi. Il servizio di consegna a domicilio inoltre – aggiunge Zanca – è utile, persino fondamentale a volte, per coloro che non possono uscire da casa perché in quarantena o perché, come molti anziani, non hanno un amico o un parente che possa andare a fare la spesa per loro. Abbiamo creato questo portale per sentirci utili, anche noi, in questo momento di emergenza e di grande difficoltà per tutti”.

Condividi

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*