Anche l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti di Palermo a “Marina di Libri”. Presentazione delle opere di Tommaso Di Gesaro e Gaetano Nestor Anìa.

Domenica 9 giugno alle ore 12:00, in occasione della decima edizione di “Una Marina di libri”, all’interno dell’Orto Botanico, presso la Serra Tropicale, saranno presentate le opere di due scrittori che fanno parte dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, a dimostrazione che il diritto alla cultura è di tutti, anche delle persone con disabilità. Una è l’opera prima di Tommaso Di Gesaro, presidente della sezione territoriale di Palermo, dal titolo “Colori nella penombra” . Un romanzo autobiografico pubblicato da Spazio Cultura Edizioni nella nuovissima collana editoriale Spazio Narrativa VOX diretta da Biagio Balistreri. Al volume è allegato un CD audio-libro letto dalla nota attrice italiana Laura Ephrikian. Opera già presentata in altre occasioni, finanche presso la Sala Isma del Senato della Repubblica lo scorso 22 maggio. La presente pubblicazione è la sua prima esperienza letteraria ed è stata pensata per diffondere, soprattutto tra le persone in difficoltà, un messaggio di fiducia e di speranza. “I primi destinatari di questo libro sono i miei compagni di sventura, disabili non vedenti che spesso si lasciano andare, si chiudono in se stessi, si scoraggiano – dice infatti l’autore Tommaso Di Gesaro -. Non vivono a pieno la loro vita e io vorrei spronarli a fare esattamente il contrario, rischiando anche se è il caso. Nella mia vita io ho sempre rischiato”.

L’altra opera è “Nistagmo notturno” dello scrittore palermitano Gaetano Nestor Anìa, edita da Elpìs. Il volume, primo romanzo del giovane palermitano che arriva dopo la pubblicazione di due raccolte di poesie, racconta la vita di Diego, un giovane alle prese con gli anni dell’adolescenza e le emozioni e gli stati d’animo propri di quell’età: i primi amori, le amicizie ma anche le prime delusioni, le scelte, gli obiettivi da perseguire e raggiungere, le vittorie e le sconfitte. Cose non facili soprattutto quando si ha quell’età e quando si deve combattere contro il “Nistagmo Notturno”, patologia caratterizzata dal movimento rapido, ripetitivo e involontario degli occhi. Tale disturbo provoca la visione limitata o ridotta della persona ma questa patologia non ferma il giovane nei suoi propositi, anzi lo fortifica e lo rende più grande e più maturo dei suoi coetanei.
Entrambe le presentazioni saranno curate dalla giornalista Anna Cane che dialogherà con gli autori.

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*